0

Quando si parla della Tripolina ci si trova di fronte a una delle icone più anonime e ‘ipertestuali’ del design.

Come scrive Alberto Bassi in ‘Design Anonimo in Italia’ (Electa 2007), la seduta deve il suo nome alle campagne di Libia. Nasce come sedia da campo, utilizzata dalle truppe inglesi: pieghevole, in legno e tela. Joseph Fenby, suo ‘inventore’ e primo produttore, ne brevetta il disegno nel 1887. Da allora, molti designer e aziende ne hanno offerto la propria interpretazione, cambiando materiali e nome ma restando nelle categorie del pieghevole, leggero, mobile: Gae Aulenti per Zanotta (non più in produzione) e Vico Magistretti per Campeggi, per citare due Maestri italiani. E ancora oggi è un cult.

" La mia invenzione consiste in una seduta pieghevole dalla grande stabilità ed estensione, sia di sedile sia di base, combinata con una grande portabilità. Joseph B. Fenby"

Attualmente molti designer e brand di arredamento si ispirano alla famosa Tripolina, come la sedia "Apelle AT" del brand MIDJ, acquistabile in diverse varianti di colore nel nostro shop on line.

Source: CASAFACILE.IT

Post comments

Leave A Reply

Your email address will not be published.